Il magazine di ALittleMarket Italia

Da creatrice a creatrice : Luthopika

pubblicato il 9 luglio 2013 da in I creatori di ALM, I prodotti di ALM, La comunità ALM, Uncategorized

Continuano le interviste della nostra super Claudia per la rubrica Da Creatrice a Creatrice! Il terzo appuntamento ha come protagonista una archeologa con la passione per l’handmade :

LUTHOPIKA

Giusy Sibilano, 37 anni, barese trapiantata a Foggia da ormai diversi anni, si divide tra il suo lavoro di archeologa e il suo brand, “Luthopika”. La sua passione per il crochet (che lei definisce ” l’arte dell’uncinetto nelle sue infinite forme e rappresentazioni”) e per il fatto a mano le è stata trasmessa giovanissima da sua nonna.

Parlaci di come è iniziata questa avventura, come è nata l’idea dietro Luthopika?

Nonostante il mio background di giovanissima uncinettara, Luthopika ha una storia decisamente più recente. Il mio brand è nato, infatti, 2 anni e mezzo fa quando, dopo una lunga interruzione, causa studio e lavoro, ho deciso di riprendere in mano l’uncinetto….e di non lasciarlo più.
Avevo bisogno di dedicare più tempo a me stessa e alle mie passioni!

Come spesso accade in questa casi da un inizio di creazione “a uso e consumo” personale o per amici e parenti, sono successivamente giunta ad un raggio di diffusione più ampio, decidendo di investire una quantità di tempo maggiore, più risorse e idee per dare vita a creazioni diverse da quelle a cui ero stata abituata da bambina: accessori tubolari, di differente lunghezza e spessore, realizzati all’uncinetto intrecciando filo di scozia e perline rocailles di varie dimensioni e colori.

Il nome del tuo brand è  particolare, che significato ha?

Il nome Luthopika è la fusione di due parole differenti, ma per me molto importanti. “Luthien”, un personaggio letterario, nato dalla penna di J. R. R. Tolkien (uno dei miei scrittori preferiti!!): un elfo simbolo di bellezza, amore e passione, ovvero tutti gli aggettivi che descrivono il mio stato d’animo ogni qualvolta mi accingo a creare. E la parola Utopica, un aggettivo in cui mi riconosco tantissimo.

Da maker, cosa pensi del panorama dell’handmade in Italia?

Uno degli aspetti più incredibili che devo all’esperienza di Luthopika è l’avermi dato la possibilità di affacciarmi ad un mondo sino a qualche tempo fa quasi del tutto sconosciuto: mi riferisco alla realtà dei crafters italiani. In questi due anni e mezzo ho, infatti, avuto modo di confrontarmi quasi quotidianamente con persone estremamente talentuose, di incredibile bravura, serietà e professionalità. Ho potuto ammirare dal vivo in numerose occasioni l’elevata qualità della piccola manifattura italiana, da sempre riconosciuta come patrimonio nazionale e oggi perfettamente rappresentata dai sempre più numerosi makers e crafters che popolano lo scenario italiano. E’ a molti di loro e al loro grande insegnamento che devo tantissimo del mio percorso di crescita in questi 2 anni.

Com’è la donna tipo che indossa le tue creazioni?

Ho la pretesa, decisamente presuntuosa, di pensare che qualunque donna possa indossare una creazione Luthopika! Credo, infatti, che i miei lavori siano in grado di esprimere personalità femminili molto diverse fra loro. La semplicità ed essenzialità tipica delle collane girocollo rappresentano il tratto comune della donna moderna, dinamica e super impegnata; così come i monili più vistosi o eccentrici nel design possono ben rappresentare le altre mille sfaccettature femminili: la ricerca di oggetti unici e particolari che spinge sempre più donne ad identificarsi e riconoscersi in un accessorio non seriale.

Quale ritieni sia il valore aggiunto di un oggetto fatto a mano?

Estro creativo, passione, qualità delle materie prima, trasparenza del processo realizzativo, rapporto diretto con il creatore: possono
bastare?! :D

>> Lo shop di LUTHOPIKA su A Little Market  <<
>> La sua pagina FACEBOOK <<

Les tags : , , , , , , , , , , , ,

Da creatrice a creatrice: Violinoviola

pubblicato il 6 luglio 2013 da in I creatori di ALM, I prodotti di ALM, La comunità ALM, Uncategorized

Eccoci  al secondo appuntamento con la rubrica “Da Creatrice a Creatrice”. Questa volta Claudia ha intervistato per noi la bravissima

VIOLINOVIOLA

Viola Di Pietro (in arte Violinoviola) ha ventinove anni, è nata a Roma ma cresciuta in un piccolo paesino tra i monti abruzzesi, Aielli. Dopo la maturità ha frequentato la Scuola internazionale di Comics, con specializzazione in fumetto umoristico, e la facoltà di Scienze Umanistiche, indirizzo Cinema, all’Università la Sapienza di Roma. Ben presto il suo campo dall’ illustrazione e dal fumetto si è allargato a diversi tipi di creazioni artigianali, su vari tipi di supporti ma sempre influenzati dal mondo dell’illustrazione per l’infanzia. Dopo gli anni universitari è tornata nel suo paese di origine, in provincia de L’Aquila, dove vive con la sua gattina Poppy.

Come prendono vita i personaggi delle tue illustrazioni?

Di solito l’ispirazione mi arriva prima di addormentarmi, un momento in cui rielaboro tutto ciò che ho visto durante il giorno e che mi ha direttamente o indirettamente ispirato (paesaggi, libri, frasi, sensazioni)…Se poi l’idea che mi viene riesco a ricordarla anche il giorno dopo posso realizzarla! :) Altre volte invece l’idea prende forma direttamente sul foglio bianco, senza alcun progetto precedente. In tutti e due i casi dopo aver realizzato un primo abbozzo lascio “riposare” l’illustrazione per un po’, per poi riguardarla dopo una pausa e capire meglio se l’idea funziona e/o cosa aggiungere, togliere ed aggiustare.

Quali sono i materiali e le tecniche che utilizzi e preferisci?

Parto sempre da carta e matita, e poi da lì trasferisco l’idea su diversi supporti, spesso dopo il passaggio di un’elaborazione digitale (di solito la colorazione): legno, spille, orecchini, collane, plastica, attraverso varie tecniche: pittura ad acrilico, stampa su diversi supporti, decoupage . Il momento che mi dà più soddisfazione è quello del passaggio da un’ illustrazione elaborata digitalmente ad una stampa, cioè ad un supporto tangibile; finché il disegno rimane solo un file sul computer non mi sembra di averlo realizzato completamente! Il prossimo campo in cui mi allargherò sarà quello della cartoleria, che mi ha sempre attirato molto. Ho in cantiere diverse cartoline, bigliettini illustrati e timbri, conto di aggiungerli molto presto alle mie produzioni!

Secondo te, quanto conta avere un proprio stile come maker?

Molto, avere uno stile significa anche lasciar trasparire la propria personalità, il proprio essere, il proprio mondo, e la propria personale fantasia nelle creazioni che si realizzano, come a dotarle di un’anima. Ed è proprio quello che rende speciale acquistare oggetti handmade da brave/i creatrici e creatori, che li rende anche diversi dalle produzioni industriali. Lo dico non solo come creatrice ma anche come appassionata acquirente di oggetti fatti a mano!

Qual è la creazione alla quale sei più affezionata? Perchè?

C’è sempre un legame fortissimo con le proprie realizzazioni, le si vede uscire dalla propria testa e crescere e poi partire verso case diverse! Tra tutte direi che quella a cui sono più legata è quella del dipinto del bianconiglio che suona la tromba, il primo vero e proprio dipinto che ho fatto su legno.  In più riguarda una delle mie storie preferite: Alice nel paese delle meraviglie!

Quale ritieni sia il valore aggiunto di un oggetto fatto a mano?

A questa domanda rispondono un po’ le due precedenti : è lo stile personale, cioè ciò che viene trasmesso all’oggetto dalla personalità che lo crea, ed il legame particolare della creazione con il creatore, a renderlo unico e speciale, a distinguerlo completamente da un oggetto prodotto in serie. Anche la possibilità di rapportarsi personalmente con il creatore è un ulteriore punto in più per gli oggetti handmade, sia che si acquistino nei mercatini sia che si riceva il pacchettino direttamente a casa (di solito i pacchettini sono sempre molto curati e con qualcosa di distintivo)

Les tags : , , , , , , , ,

Da creatrice a creatrice: intervista a Tinything

pubblicato il 2 luglio 2013 da in I creatori di ALM, I prodotti di ALM, La comunità ALM, Uncategorized

Ecco la prima intervista fatta da Claudia per la nuova rubrica “Da creatrice a creatrice“.
Una chiacchierata informale tra artigiane, per parlare delle proprie aspirazioni, dei propri progetti, di ciò che si cela dietro un oggetto fatto a mano con amore. La fortunata creatrice che ha avuto l’onore di inaugurare questa rubrica è

Antonella di Tinything

Ma ora basta con le presentazioni,  lasciamo la parola a Claudia che l’ha intervistata per noi:

Antonella Montuori, napoletana, appassionata da sempre di handmade, decide nell’aprile 2012 di  mettersi in gioco, cominciando a creare accessori non più solo per uso personale, nasce così Tinything. Mi racconta “Il nome sta ad indicare “cose minute” curate nei particolari e che variano dalla linea classica di bijoux, ovvero, per chi ama una linea più sobria, ad accessori che sono delle piccole opere d’ arte da indossare!”

Come nascono le tue creazioni? A cosa ti ispiri?

L’ ispirazione è dettata dal momento. Sono sempre alla ricerca di nuove cose da sperimentare, come, le forme, i giochi di colore ed i materiali che variano di volta in volta in base alla collezione. Mi piace mixare le cose tra loro e tirar fuori creazioni uniche. Ciò che amo di più sono le creazioni in legno, esse nascono da un semplice pezzo di compensato, che a sua volta viene modellato e raffinato manualmente dopodiché si passa alla decorazione e la lucidatura finale, un lungo procedimento che al termine dona ottimi risultati soprattutto personali.

Tre aggettivi per descrivere i tuoi lavori.

minuziosi, particolari ed unici

Quale è stata la tua più grande soddisfazione come maker?

Il termine di una collezione è sempre una piccola grande soddisfazione per svariati motivi, uno di questi avviene quotidianamente, per chi apprezza tutto il mio impegno e mi inietta la voglia di continuare per migliorare sempre di più e per me questa è una preziosa ricompensa.

Nell’intestazione del tuo shop scrivi “Tinything è amore e fantasia..”

Tinything è l’ amore che si ha per le piccole creazioni che sono curate nei minimi particolari grazie alla fantasia sino a renderli reali.

Quale ritieni sia il valore aggiunto di un oggetto fatto a mano?

Ciò che ripeto sempre per invogliare a scegliere l’ handmade è perchè va contro l’ omologazione e la perdita di valori che sono stati tramandati per anni. Chi svolge un’ attività come questa con la VERA passione, non sarà mai privo di idee, ma avrà la prontezza di mostrare al mondo ciò che la propria mente pensa e le mani creano! Ogni oggetto sarà sempre unico e differente dall’ altro, e chi ama l’ unicità ed il valore di ogni creazione capirà cosa si cela dietro questo mondo fantastico.

Vi abbiamo incuriosito? Ecco la nostra Antonella  :)

>> Lo Shop di Tinything su A Little Market <<
>> La sua pagina FACEBOOK <<

Les tags : , , , , , , ,

Consigli per creare Collezioni accattivanti

pubblicato il 9 aprile 2013 da in I prodotti di ALM, I tutorial di Alm, La comunità ALM


Con l’arrivo della Primavera su A Little Market sbocciano le novità e oltre ad una nuova veste grafica, che speriamo vi sia piaciuta, abbiamo pensato di introdurre  nuove funzioni per guidarvi nella creazione di Collezioni sempre impeccabili!

Avete notato il riquadro con le  parole chiave? Queste corrispondono alle tendenze del momento e cambieranno mese dopo mese. Ad esempio, questo mese ci stiamo preparando ai matrimoni, la primavera sembra essere finalmente arrivata e il nostro guardaroba e pieni di abiti e accessori dai colori pastello! Quando create una collezione, vi consigliamo di tenere sempre d’occhio il riquadro in alto a destra, per scoprire le Parole chiave del momento a cui fare riferimento. Si tratta, ovviamente, di semplici suggerimenti da cui prendere spunto, non di una regola! Voi creatori rimarrete comunque liberi di scegliere i temi che volete, se i trend del momento non vi piacciono.

Abbiamo deciso inoltre di fornirvi delle semplici regole da seguire, per avere più possibilità di essere scelti per la homepage:

  • Nelle collezioni non devono mai esserci più di due creazioni dello stesso creatore
  •  Non dimenticate di inserire i tag per le vostre collezioni, così saranno facilmente rintracciabili da chi cerca oggetti specifici ( se la collezione rispecchia i temi suggeriti dalle parole chiave del momento, inseritele come tag!)
  • Siate fantasiosi anche nella scelta dei titoli!
  • Evitate di inserire le vostre creazioni. Se inserite quelle di altri venditori che voi stimate, questi vi ricambieranno.
  • Commentate le collezioni in cui siete stati inseriti. E’ una norma di buona educazione e anche un modo per avere più visibilità
  • I prodotti devono essere selezionati con cura e il primo criterio per la scelta è la qualità delle foto. Scegliete prodotti che abbiano foto nitide, con sfondi neutri e che non siano buie. Evitate le foto che riportino watermark e scritte troppo evidenti.
  • La collezione deve seguire una tendenza, un tema preciso, un abbinamento di colore (sempre consigliabile scegliere due colori)
  • Le collezioni servono per dare un’idea ai visitatori delle creazioni che troveranno sul nostro sito, quindi siate selettivi e allo stesso tempo cercate di offire varietà ( differenti tipologie di prodotti, differenti fasce di prezzi)
  • Utilizzate i tasti di condivisione e pubblicate la collezione su Facebook, Twitter, Blog, o avvisate i vostri contatti via Mail
  • Riempite tutti i 16 riquadri! Le collezioni incomplete non verranno scelte per la homepage

collezione di Peekaboo Corner Shop

Per ora è tutto, se avete domande commentate pure questo post.
Altre idee per creare collezioni mozzafiato ?

Mafalda ALM

Pollaz + MilkThooth’srain = Tea Kit

pubblicato il 19 dicembre 2012 da in I creatori di ALM, I prodotti di ALM

tea kit Pollaz + Milk thooth's rain rosso

Si parla spesso di community, soprattutto quando la materia in questione è il fatto a mano.

Quello che stiamo per presentarvi è la ciliegina sulla torta della condivisione D.I.Y., una collaborazione tra due crafters di spicco dell’handmade italiano: Pollaz e Milk thooth’s rain.

Per Natale hanno deciso di collaborare ed il risultato è stato davvero strabiliante, il dono perfetto, quello che fa sorridere anche le decorazioni dell’albero: un Tea kit contenente una tazza, la sua “sciarpetta”, un cucchiaio e una tovaglietta.

Le abbiamo intervistate per voi:

Come vi siete conosciute?

Ci siamo conosciute prima virtualmente tramite un’amica comune e poi personalmente alla prima edizione del Band Loch Markt e c’è stata subito intesa, forse perché veniamo dalla stessa cultura musicale e di background.

Chiacchiera che ti chiacchiera le distanze (non poi così esagerate) si sono subito accorciate e oggi ci sentiamo quotidianamente.

scatola

Come è nata l’idea di collaborare?

L’idea di collaborare è nata naturalmente, per via del fascino che la tecnica di una ha sull’altra: cucito vs uncinetto!

Lo scorso anno abbiamo fatto delle decorazioni per l’albero di Natale; quest’anno i Tea Kit, da vere amanti del tea…

Visto il successo che abbiamo riscontrato stiamo pensando di riproporlo anche in altri colori e texture, per renderlo adatto a qualsiasi occasione e non solo al Natale.

Dal kit poi magari nasceranno altre idee, chi lo sa?

Il kit è favoloso, chiunque lo veda strabuzza gli occhi felice: il té è un rito per voi, o viene fuori da qualche altra ispirazione?

Qui la risposta dobbiamo per forza sdoppiarla

Coki ( Milk Thooth’s rain) : Il tea è il must della giornata, è quella bevanda senza la quale il buongiorno io non lo vedo proprio…

Pollaz: Amo molto il tea, da piccola era il rito della domenica pomeriggio. Adesso, invece, nella tazza del tea ci metto il caffè, non riesco ad iniziare una giornata senza 10 cm di caffè annacquato

 

Riproporrete altre collaborazioni tra di voi in futuro, o magari con altre crafter?

La collaborazione tra di noi continuerà sicuramente, magari anche in altri progetti, c’è davvero molta affinità!

Nei nostri piani ci sono anche altre collaborazioni, si vedrà… la cosa certa è che collaborare insieme ad un progetto è davvero stimolante.

Tea-Kit-Coki-+-Pollaz

E se questi sono i risultati, oltre che stimolante è davvero creativamente efficace, aggiungiamo noi di ALM!

Grazie mille ragazze

Pollaz- Coki Boutique –> QUI

Milk Thooth’s rain boutique –> QUI

Milk Thooth’s rain sito –> QUI

Milk Thhoth’s rain Facebook fanpage –> QUI

Pollaz Boutique —> QUI

Pollaz sito –> QUI

Pollaz facebook fanpage —> QUI

Les tags : , , , , , , , , ,
Pages: Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 Next