Il magazine di ALittleMarket Italia

Un amore di Tutorial: Mini love Book

pubblicato il 3 febbraio 2015 da in I creatori di ALM, I tutorial di Alm, La comunità ALM

mafasan

Manca poco, pochissimo!
Tra 10 giorni è San Valentino e non avete ancora pensato a cosa regalare alla vostra (dolce) metà che tanto vi supporta, vi ama e vi sopporta? Niente panico.
Ecco un progetto handmade che gli farà traboccare il cuore di gioia con annessi occhi a cuoricino!
Lo ha preparato per noi la bravissima Simona dello shop So cute things
Lasciamo a lei la parola.

“Sono Simona Sansone, mamma di due bambini e di un coniglietto. Ho un marito che mi tiene costantemente con i piedi per terra, ma che mi sostiene in tutto ciò che faccio. Sono una sognatrice inguaribile… non c’è proprio rimedio…
Sono conosciuta nel web come So Cute Things per i miei lavori in feltro e blog/graphic design, ma il tutorial che vi propongo oggi viene da quella che da sempre è una mia passione : creare libretti, abbellire e rivestire quaderni.”

Come preparare un Mini Love Book
(altro…)

Les tags : , , , , ,

Il tutorial per un Natale Handmade

pubblicato il 17 dicembre 2014 da in I creatori di ALM, I tutorial di Alm, La comunità ALM

cristianafarecreare
Manca solo una settimana a Natale, ultimi giorni, ultime corse, ultimo shopping prima di godervi uno dei momenti più magici dell’anno!

E perché non ritagliarvi del tempo con i vostri bambini e pensare di realizzare con loro qualche decoro natalizio? Qui di seguito vi diamo l’ispirazione con un tutorial carinissimo e alla portata di tutti, pensato dalla nostra Cristiana di Cristiana-Fare creare.

(altro…)

Les tags : , , , , , , , , , , , , ,

Un tutorial per San Valentino: il biglietto.

pubblicato il 12 febbraio 2014 da in I creatori di ALM, I tutorial di Alm, La comunità ALM

Sans titre-2

Avete preparato il bracciale per la vostra dolce metà ? ?
Ora avrete bisogno solo di un simpatico e sopratutto creativo, bigliettino handmade !
Ecco qui un magnifico tutorial gentilmente realizzato dalla nostra bravissima Mara di Incartesimo .

Prendete nota…..

DSC_2256

Se state pensando  che manca solo un biglietto per accompagnare il vostro regalo o se semplicemente volete coccolare il vostro  amore con una dolce colazione e un  augurio “handmade” la mattina di San Valentino, eccovi un tutorial facile facile.

Vi serviranno:

DSC_2247

cartoncino bianco

cartoncino nero

carta da scapbooking  ( per stamparla clicca qui)

matita colorata bianca

taglierina (ma vanno bene anche le forbici)

forbici

colla vinavil

biadesivo spessorato (si può trovare nei negozi di fai da te)

gesso bianco

tovagliolo di carta

Ia Fase :

DSC_2253

 Ritagliate dei rettangoli , utilizzando la taglierina, rispettivamente un  rettangolo bianco di cm 16×22    (piegatelo a metà per ottenere  la base del biglietto 16x11cm) , dal cartoncino  nero un rettangolo cm 12×7  e dalla carta fantasia un rettangolo  di cm 14×9.

Dalla carta fantasia ritagliare 4 triangoli con base di cm 2 e altezza di cm 2.5

IIa Fase :

DSC_2252

 Con la matita bianca personalizzate il cartoncino nero, scrivendo quello che vi suggerisce il cuore. Tenete il cartoncino per il senso orizzontale e occupate con la scritta la parte bassa. Sporcate il tovagliolo di carta con il gessetto e passatelo sul cartoncino nero per sporcarlo e dare l’effetto lavagna.

IIIa Fase :

DSC_2260

 Prendete la base bianca e con la colla vinilica incollare al centro il cartoncino fantasia e ancora sopra quello nero.

IVa Fase :

DSC_2262

Sul retro dei triangoli colorati  sistemare dei pezzetti di biadesivo spessorato e incollarli  sul cartoncino nero formando un festone  sopra la scritta bianca.

Et voilà anche il vostro bigliettino d’amore è terminato ! ! !

Siete riuscite a seguire tutti i punti ? ?

Ricordatevi che potrete personalizzarlo come più vi piace.

Buon lavoro e che la creatività sia dalla vostra parte ! :)

Un saluto creativo,

il team A little Market.

Les tags : , , , , , , , ,

Da creatrice a creatrice: Filo.vero

pubblicato il 16 luglio 2013 da in I creatori di ALM, I prodotti di ALM, I tutorial di Alm, La comunità ALM

Il tempo vola! Siamo giunti di già alla quarta intervista della rubrica Da creatrice a creatrice. Claudia stavolta  ha intervistato per noi Veronica, una bravissima crafter che è anche un ingegnere biomedico, ma soprattutto una mamma :)

FILO.VERO

Veronica ha 34 anni e vive a San Marino, mi racconta di essere una mamma, un ingegnere biomedico ed una maker, e continua svelandomi come è nata l’idea dietro a filo.vero:  ” tanta passione, una macchina da cucire ricevuta in regalo per la laurea in ingegneria, un paio di
figli…”. Nel 2012 decide di fare un pò più sul serio, apre il suo shop su ALittleMarket e avvia una serie di collaborazioni che le stanno dando molta soddisfazione.

Come è nato l’originale design dei tuoi bavaglini a bandana?

Il design dei bavaglini a bandana è nato da un’esigenza molto precisa: mio figlio Martino, che oggi ha 6 anni, è un bimbo molto speciale e a causa della sua disabilità fisica a 4 anni aveva bisogno ancora del bavaglino. Essendo un bimbo molto stiloso, tutto rock e cresta nei capelli :-) , non volevamo più usare quei disdicevoli bavaglini giganti di spugna bianca. In un primo momento usavamo delle vere bandane (ripescate dal mio guardaroba anni ’90), belle, ma poco funzionali, poi, prendendo spunto da alcune crafter americane, ho disegnato il mio modello di bavaglino a bandana…e  da lì è nato tutto!!!

Cosa pensi traspaia di te dai tuoi lavori?

Credo che dai miei lavori traspaia il mio amore per le cose belle, per i bimbi, per i dettagli e anche l’allegria e la gioia che c’è nel realizzarli!

Come e quando hai cominciato a cucire?

Ho sempre amato l’hand made, ho iniziato a cucire e fare l’uncinetto da piccolissima (il mio primo lavoro “vero” all’uncinetto risale a quando avevo 5 anni). Mi hanno insegnato le nonne e le bisnonne, vere crafter di una volta! Negli anni ho un po’ perfezionato la tecnica, ma senza mai fare una vera scuola.

Entrando nel tuo shop non si può che non essere colpiti dai colori accesi e dalle fantasie dei tessuti che utilizzi, quali sono le altre caratteristiche che ricerchi in un materiale?

Grazie per la bella domanda! Io impiego molte energie nella ricerca delle materie prime, prediligo le fibre naturali, come il cotone, e cerco tessuti di prima qualità. Pur facendo soprattutto cose per bambini, difficilmente cerco tessuti con fantasie unicamente da bambino; anzi, mi piace molto spaziare e usare ad esempio bellissimi cotoni italiani per camicieria per realizzare bavaglini. Una vera passione sono i cotoni americani e i loro splendidi design…quelli li acquisto direttamente dagli USA scegliendo tra una marea di stupende fantasie. Una recente passione sono anche i tessuti giapponesi, di seta , lino o cotone….ma questa è un’anticipazione della prossima collezione ;-)

Quale ritieni sia il valore aggiunto di un oggetto fatto a mano?

Senza dubbio l’unicità, ma anche l’amore e la passione di cui è intriso. Da crafter posso dire che le prime volte mi faceva quasi male vendere una mia creazione, tanto era l’impegno che ci avevo messo….c’era un pezzettino di me dentro e non me ne volevo separare! Adesso invece sto assaporando il gusto di sapere che con il mio lavoro, la mia mente e le mie mani,  creo un oggetto che andrà indosso a qualcuno, da qualche parte del mondo e io sono un pò lì con lui…e questo mi riempie d’orgoglio!

>> Lo shop di FILO.VERO su A Little Market <<
>> La sua pagina FACEBOOK <<

Les tags : , , , , , , , , , , , , , ,

Photo Editor: il sistema facile e veloce per migliorare le foto

pubblicato il 17 aprile 2013 da in I tutorial di Alm, La comunità ALM, Uncategorized

Care creatrici e cari creatori,

domanda da 1 milione di €… Vi state impegnando a fare belle fotografie alle vostre creazioni ? Non ci  stancheremo mai di ricordare che la comunicazione visiva, per il successo del vostro shop, è importantissima !

 

Anche se non  è sempre facile fare delle belle foto, l’impegno per ottenere immagini migliori non deve mai venire meno. Un’altra cartuccia da sparare per migliorare le vostre foto è questa : utilizzare i “photo editor on line”. Qui potete leggere qualche consiglio scritto da

Doria di Un’idea nelle mani

I photo editor sono “programmi on line” che servono per migliorare le immagini, e possono essere utilizzati anche da chi non conosce affatto i programmi classici e professionali di fotoritocco. Con un solo click si possono correggere errori fatti con la macchina fotografica, si possono apportare migliorie e ritocchi alle foto che non sono venute bellissime, si possono esaltare ancora di più foto venute già bene  e sono utili anche per dare un tocco di personalità ad una fotografia anonima!

Il loro funzionamento è semplicissimo: non dovete scaricare nessun programma sul vostro pc, ma potete subito cominciare ad editare le vostre foto non appena entrati nel sito. I risultati che si possono ottenere sono davvero sorprendenti e non c’è bisogno di essere neanche tanto esperte perché il loro funzionamento è veramente facile ed intuitivo.

Tra i tantissimi che si possono trovare in rete, vi segnalo questi tre ottimi photo editor:

Ribbet

Ribbet è un fantastico editor di immagini praticamente identico al vecchio Picnik (forse qualcuna di voi lo usava). Con Ribbet potete modificare qualsiasi immagine applicando diverse correzioni ed effetti, oltre che creare college e divertenti fotomontaggi. Si può usare anche senza registrazione, ma gli iscritti che pagheranno una quota on line, possono utilizzare molte più funzioni.

 

PicMonkey

PicMonkey ha una grafica accattivante e tante funzioni a disposizione. Fatto molto bene, facile e veloce da usare direttamente dal tuo browser. Anche questo ricalca un po’ le funzioni di picnik.

 

 iPiccy 

iPiccy ha un’interfaccia semplice e chiara e offre tantissimi strumenti e funzioni per modificare le foto a proprio piacimento. Estremamente facile da usare ha tantissimi filtri tra cui scegliere, dai più classici fino ai più stravaganti.

Adesso facciamo ancora un passo AVANTI :

Sebbene gli editor segnalati si contraddistinguano per diversi approcci grafici, sostanzialmente per migliorare le fotografie, i tool di base più importanti a disposizione sono sempre gli stessi: possibilità di regolare l’esposizione, la luce e le ombre, il contrasto, la saturazione, la nitidezza (sharpness), la chiarezza, il ritaglio, la rotazione, ma sono più che sufficienti per ottenere una bella foto da mettere nel vostro shop.

Quindi ricordatevi che, una volta fatto l’upload della vostra foto,  i principali strumenti per l’editing che vi possono aiutare a ottimizzare i risultati sono i seguenti…

1) Bilanciamento del bianco (temperatura)

Se la fotografia è stata scattata con l’ausilio di lampade ad incandescenza o lampade a neon, avremo delle dominanti arancioni nel primo caso, e azzurro/verdi nel secondo. Agendo sulla temperatura dei colori sarà possibile correggere il colore dominante. L’intensità del filtro applicato può essere regolata a piacimento, fino all’ottenimento del risultato migliore.

2) Contrasto

Una fotografia poco contrastata, appare grigia, poco nitida e gli elementi dell’immagine appiattiti e impastati tra di loro. Il filtro “contrasta” ha la facoltà di contrastare tutti gli elementi dell’immagine, restituendo una fotografia dai contorni più definiti.

3) Luci (o livelli)

La possibilità di intervenire separatamente sulle alte (highlights) o le basse luci (shadows), permette di bilanciare l’immagine permettendo di illuminare le zone in ombra, o scurire le parti troppo esposte.

4) Luminosità (brightness)

Interviene contemporaneamente sulle alte e le basse luci, permettendo di migliorare fotografie sovraesposte o sotto esposte

 5) Bianco e nero

Ci sono immagini che rendono molto di più in bianco e nero che a colori. Di sicuro il B/N può rendere una foto più “drammatica” , ma se utilizzato selettivamente, è possibile rendere colorato “solo” il soggetto, e desaturare tutto il resto, con un effetto finale suggestivo, con l’effetto di attirare l’attenzione solo su quello che vogliamo .

6) Saturazione

Il filtro saturazione interviene direttamente sui colori, aumentandone o diminuendone la quantità. Se quindi abbiamo un’immagine con colori sbiaditi, questo filtro ne amplificherà i contenuti, con un effetto finale carico e saturato. Occorre non esagerare per non ottenere un effetto innaturale.

 7) Ritaglio

Le moderne macchine fotografiche, non necessariamente quelle professionali, hanno un’altissima risoluzione. Se dobbiamo pubblicare una fotografia sul web quindi, possiamo prenderci il lusso di ritagliare anche una parte dell’immagine senza perdere dettaglio. Possiamo quindi eliminare, tramite lo strumento ritaglio (crop) elementi di disturbo della composizione.

 8) Sfocatura

Applicare un filtro sfocatura in una fotografia può sembrare un controsenso. Ma come per il  bianco e nero, l’applicazione del filtro sfocatura, in maniera selettiva, sfocando tutto ciò che non vogliamo mettere in risalto, farà galleggiare nell’immagine finale solo quello che interessa.

A titolo d’esempio, utilizzando un photo editor e agendo sulla temperatura e sull’esposizione, Doria ha modificato queste mie foto. Il “prima” e il “dopo” vi fanno capire che basta davvero poco per migliorare sensibilmente una immagine.

Studiando bene almeno uno dei foto editor consigliati, vi accorgerete che, oltre le funzioni di base, sono presenti moltissimi filtri ed effetti speciali e l’opportunità di applicare scritte con font davvero originali. Non mancano dunque le possibilità per ottenere buone foto pur non essendo bravi fotografi.

D’ora in poi quindi niente scuse: dotatevi di buona volontà, abbiate occhio e divertitevi anche a “giocare” un po’ con questi programmi. Il vostro shop, con buone foto, non potrà che migliorare.

 Ringraziamo Doria per i suoi consigli sempre molto accurati e lasciate i vostri commenti…

 

Cristina

Alittlemarket.com

Les tags : ,
Pages: 1 2 3 Next