Il magazine di ALittleMarket Italia

Bombarderemo Bologna di colore, siete con noi?

pubblicato il 12 novembre 2012 da in gli eventi ALM, La comunità ALM

 

In occasione de Il Mondo Creativo, la fiera per gli appassionati di fatto a mano che si svolgerà a Bologna il 16, 17 e 18 Novembre abbiamo organizzato un’incursione di colore per le strade della città!
Sapete cos’è lo yarn bombing? Sono azioni di guerrilla crochet, un’evoluta forma di street art che ricopre di filati lavorati a maglia, o come nel nostro caso, all’uncinetto, panchine, pali della luce , statue, corrimani, cestini e qualsiasi cosa vi suggerisca la fantasia!

Dove andremo a colpire esattamente noi di A Little Market rimane, ancora per poco, un segreto.
Un paio di cose però, ve le vogliamo svelare!

Elisabetta Fusilla Ardu in azione

Nel suo laboratorio in quel di Sassari, c’è una giovane donna che da giorni ormai uncinetta senza sosta. Si chiama Elisabetta Fusilla Ardu, ed è la ragazza che appare nel video qualche riga sopra : è un talento che ci ha colpito dritto al cuore dopo aver letto quest’intervista di Vendetta Uncinetta –> leggi qui.

Grazie al nostro sponsor tecnico Emporio LanarFusilla sta dando vita ai loro bellissimi filati made in Italy per realizzare vere e proprie installazioni artistiche in giro per la città di Bologna.
Dove?
Complice un media partner d’eccezione, Frizzifrizzi  , che ha il suo quartier generale proprio a Bologna, abbiamo scelto tre location che sveleremo una volta arrivati in fiera.
A LIttle Market avrà infatti uno stand a il Mondo Creativo,  padiglione 22 stand A1, quindi attenzione attenzione, perché qui entrate in gioco voi!
Veniteci a trovare allo stand munite di ferri o uncinetti, se non li avrete dietro non importa, useremo le dita con la tecnica del Finger Knitting.
Ci piacerebbe avere il vostro contributo: potrete così anche voi, lasciare una traccia per le strade di Bologna!

Vi aspettiamo venerdì mattina alle 10.30, il pomeriggio alle 17.00 e sabato mattina alle 11.30.

 

Les tags : , , , , , , , , , ,

Le interviste di ALM: Pretty in mad

pubblicato il 1 novembre 2012 da in I creatori di ALM

Siamo liete di presentarvi un negozio davvero particolare: Pretty in Mad e le sue macchine fotografiche handmade!

Piacere di conoscerti, chi si cela dietro Pretty in Mad? Di dove sei?

Ciao! Il piacere è tutto mio! Dietro a Pretty in Mad ci sono io, Erika, fotoamatrice analogica e collezionatrice compulsiva di fotocamere a pellicola! sono di Occhiobello, un piccolo paesino in provincia di Rovigo. Da due anni porto avanti un personal blog  (www.prettyinmad.com) di fotografia esclusivamente analogica dove pubblico foto, tutoria, esperimenti e anche pasticci!

foto bianco e enero Pretty In Mad

La tua passione per la fotografia è evidente, com’è nata?

Sì la mia passione è evidente…mi preoccuperei se così non fosse visto che è il pensiero che occupa la mia mente 24 ore su 24, 7 giorni la settimana! E’ nata, come spesso capita, per caso: ero in procinto di acquistare una reflex digitale e un’amica mi ha detto “perchè invece non provi una lomo?”..io non sapevo nemmeno di cosa stesse parlando. Un mese dopo ho comprato la mia prima Diana F+ , una Mr Pink, e da lì mi si è aperto un mondo del quale mi sono innamorata, che spazia dalle toycam alle reflex, preferibilmente d’antiquariato!

PIMhole, analogico handmade by Pretty in Mad

La tua PiMhole è analogico fatto in casa, ci spieghi meglio di cosa si tratta?
Siamo tutti in grado di usarla?

“analogico fatto in casa”: mai definizione fu più calzante!
Il mio rapporto con la fotografia è di questo tipo: più sono poveri i mezzi e più mi sento spronata a provarci! E quale mezzo più povero di una fotocamera nata da materiale di riciclo come può essere un contenitore di succo di frutta? (il classico Billy degli anni 80, per intenderci, se non siete troppo giovani lo ricorderete!)
In sostanza si tratta di una fotocamera a foro stenopeico, detta anche PINHOLE (ma la mia si chiama PIMhole per un gioco di parole..PIM è l’acronimo di Pretty in Mad); non necessita d’altro che di luce per poter scattare foto. Non sto a fornirvi le spiegazioni tecniche (in rete è facile trovarne di molto dettagliate )…sappiate solo che per me è pura magia.
Quando l’ho costruita ho pubblicato anche un tutorial che ha avuto molto successo, ma, come ho potuto constatare, non tutti hanno la voglia, il tempo o la manualità per costruirne una… da qui l’idea dello shop!

Tutti possono usarla, è semplicissimo: scattare una foto con PIMhole consiste sostanzialmente nel sollevare il cartoncino che occlude il forellino da cui passa la luce e tenerlo sollevato il giusto tempo a seconda della situazione di luminosità della scena che abbiamo davanti, per aiutarsi ci sono tabelle abbastanza precise con tempi per tutte le casistiche. E siccome qui pensiamo a tutto, ogni PIMhole ne è corredata :-)

PIMhole di Pretty In Mad

Come si porta avanti il rullino?

Il rullino si porta avanti semplicemente inserendo una chiave, una graffetta o una molletta per capelli (qualsiasi cosa possa fare da perno, insomma) nel rullino ricevente (cioè quello vuoto su cui verrà avvolta la pellicola scatto dopo scatto)… sembra difficile ma non lo è! In ogni caso è tutto spiegato nel foglietto di istruzioni allegato ad ogni confezione!

Cosa dobbiamo aspettarci dallo sviluppo?

Di per sè la fotografia analogica ha un lato imprevisto che il digitale non ha..in più aggiungiamo il fatto che stiamo scattando con un forellino che non ha né lente né diaframma.. dobbiamo aspettarci l’imprevisto e tante emozioni: cocenti delusioni e sorprese meravigliose che ci lasceranno a bocca aperta!

Pesaggio scattato con PIMhole di Pretty in Mad

Handmade e fotografia, che connubio meraviglioso, cosa dobbiamo aspettarci?

E’ un’unione che a me è piaciuta subito: riuscire a “scattare” (e lo metto tra virgolette perchè la PIMhole non fa “click”) con un oggetto fatto a mano lo trovo semplicemente straordinario. Dobbiamo aspettarci risultati lo-fi, toni soft, imprecisione, sorpresa, divertimento e… torno a ripetermi: magia.
Inutile precisare che le fotografie sono tutte di Pretty in Mad!
La sua boutique online  Pretty in Mad
Les tags : , , ,

A Little Market press day

pubblicato il 25 ottobre 2012 da in La comunità ALM

Settimana scorsa abbiamo presentato A Little Market Italia alla stampa, e lo abbiamo fatto con un mood davvero handmade!

Per spiegare a fondo quello che c’è dietro le vostre creazioni, abbiamo coinvolto le giornaliste in un’esperienza di D.I.Y. grazie alla nostra guru Gaia Segattini (aka Vendetta Uncinetta) che ci ha insegnato la tecnica del finger knitting.
Complici i filati Lanar, morbide poesie da far scorrere tra le dita e la loro splendida location di via Nino Bixio, 7 a Milano, abbiamo visto la luce dell’entusiasmo negli occhi delle nostre invitate. Quello sguardo brillante che voi creativi conoscete bene, quella piacevole sensazione di soddisfazione davanti all’oggetto finito.
Certo sarebbe stato impossibile, non sentirsi ispirati in questo Emporio storico, i filati sono d’eccellenza e l’arredo racconta una storia: gli espositori vintage ci ricordano la lunga tradizione di Lanar, oltre sessant’anni di produzione italiana, in un ambiente moderno, al passo coi tempi, per un’azienda capace di rinnovarsi e migliorarsi.

Le foto di Camilla (zelda was a writer)  dicono più di mille parole: grazie.

A Little Market press day da Lanar

Ognuno ha potuto liberamente esprimere la propria personalità abbinando colori  e tipi di filati diversi. Abbiamo fatto tutte la stessa cosa ma l’abbiamo fatte tutte in maniera unica.
Che non è poi forse questo, il valore aggiunto del fatto a  mano?
Abbiamo avuto l’impressione di aver portato il messaggio che più sta a cuore ad A Little Market nelle redazioni più disparate, e ringraziamo tutti gli intervenuti per l’entusiasmo e la partecipazione.

finger knitting

spiegazione finger knitting

Non sarebbe stato l’evento perfetto senza il meraviglioso catering di Francesca Milano Loves Food!

Milano loves food

 

Un ringraziamento speciale a Lanar

 

Les tags : , , ,

Le foto del Minni Market

pubblicato il 18 ottobre 2012 da in I prodotti di ALM, La comunità ALM

A Little Market al Minni Market

Finalmente possiamo mostrarvi le foto del bellissimo sabato passato in compagnia di crafters e curiosi.
Complimenti alle ragazze che organizzano Minni Market: è stato tutto davvero perfetto.

Sono moltissimi i sorrisi che hanno invaso il nostro stand, e siamo davvero felici che Camilla (zeldawasawriter) sia riuscita a catturare  tutta quella atmosfera  con la sua macchina fotografica!
Grazie a tutti

I taccuini di zelda was a writer

A Little Market esposizione

Curiosi al nostro stand

Ci fotografano!

cheese cake

La zia Epi

visitatori

visitatori 2

I nostri preferiti

Milk thoot's rain

Jole sul Prato

workshop

Hello the babbionz

ricamando

To Paper lover

ALM corner

Pollaz

Gaia6gattini

Pinkrain indie desegn

Miss Lamparita

mi+ed design

 

Les tags : , , , , ,

I tutorial di ALM: il fungo amigrumi di Ohioja

pubblicato il 11 ottobre 2012 da in I tutorial di Alm

Siamo davvero onorati di inaugurare i tutorial di A Little Mag con la mitica Ylenia Tagliafraschi  Ohioja!
La nostra regina degli amigrumi, colei che ci permette di uscire di casa con una forchetta sulla giacca, che porta in casa nostra tante verdurine sorridenti ma non solo, ci propone un tutorial che casca a fagiolo, visto il periodo perfetto per andare funghi…
Non lasciatevi sfuggire l’occasione per curiosare nella sua boutique, e tenete d’occhio il suo blog per rimanere aggiornati anche sui workshops che spesso tiene in giro per l’Italia.

 

Ohioja Fungo Amigrumi Tutorial

Occorrente:

Uncinetto da 2,5
Filato bianco
filato rosso
imbottitura, ovatta o polyfil
ago da lana
filo da ricamo nero
forbici
occhietti di plastica o perline

Abbreviazioni:

ch: catenella
sl st: maglia bassissima
sc: maglia bassa
Inc: aumento di una maglia
Dec: diminuzione di una maglia

 

Les tags : , , , , , ,
Pages: Prev 1 2 ... 22 23 24 25 26 27 28 29 Next